mercoledì 8 luglio 2015

LETTERA AI CITTADINI - I VITALIZI

I VITALIZI
LETTERA AI CITTADINI


Quale giustificazione danno i vari politici, sia nazionali che regionali, di fronte al fatto che da tantissimi anni si continua a tagliare i servizi ai cittadini? Non ci sono fondi! Ma i fondi non ci sono mai per noi, ma per loro ci sono sempre!!!


Io queste giustificazioni non le sopporto più! Chi mi conosce sa che ho una spina nel fianco, e questa spina si chiama VITALIZIO.

Chi ne beneficia lo chiama DIRITTO ACQUISITO, la maggior parte dei cittadini lo definisce un PRIVILEGIO, per me è semplicemente UN INSULTO AI CITTADINI.

Con l'inizio della X legislatura, quella attuale per intenderci, in Regione Piemonte i vitalizi sono stati eliminati, ma ci sono 199 ex consiglieri che si dividono 8 milioni di euro all'anno, ai quali si aggiungeranno i Consiglieri Regionali della VIII e IX legislatura che percepiranno il vitalizio al compimento del 65° anno di età.

Quindi questi milioni sono destinati ad aumentare.

La nostra Costituzione, ci dice che le leggi non possono avere effetti retroattivi, quindi questo INSULTO AI CITTADINI, non può essere cancellato.
La nostra Costituzione, quando ha fatto comodo, è stata modificata e quindi mi chiedo: "Perché le forze politiche non cambiano questa norma costituzionale?"
A questo dobbiamo aggiungere un 'altra possibilità, quella di rivedere gli stipendi dei Consiglieri Regionali. Il Sindaco di Torino percepisce 5600 € (euro più euro meno) al mese, un Consigliere Regionale 10.000 €. Se i 50 componenti del Consiglio Regionale avessero votato la proposta di legge dei Consiglieri del Movimento 5 Stelle, che chiedeva il dimezzamento dello stipendio, si sarebbero liberati altri 3 milioni di euro all'anno, perchè le responsabilità di un Consigliere Regionale non sono paragonabili a quelle del Sindaco di Torino.

Tutti i partiti, di destra e di sinistra, hanno però VOTATO CONTRO!

I Parlamentari e i Consiglieri Regionali di tutta Italia del Movimento 5 Stelle, non hanno aspettato nessuna legge, loro si sono tagliati lo stipendio e hanno rinunciato a qualunque privilegio, dalle indennità di carica alle auto blu, la scorta, uffici e appartamenti e molto altro.

Lo avevano detto in campagna elettorale e hanno mantenuto le promesse.

Queste cose possono anche dare fastidio, ma sono delle verità inconfutabili. La nostra Regione è stata governata sia da partiti di sinistra che da partiti di destra, ma per noi cittadini non è cambiato niente. Tutti si sono sempre detti d'accordo sul fatto che la politica deve costare di meno, ma si sono sempre e solo limitati alle parole, e anche questa è una verità inconfutabile.

Ora provate a pensare cosa potrebbe fare una forza politica come il Movimento 5 Stelle, che non deve favori a nessuno, che fa della coerenza un principio fondamentale, che fa politica per passione e non per mestiere.

Oggi non avete più nessuna scusante, se continuate a votare chi con una politica basata su interessi personali ha causato questi problemi, non avete nessun diritto di lamentarvi della condizione in cui versa il nostro paese.


 Emidio Torrelli
MoVimento 5 Stelle Valpellice