venerdì 4 settembre 2015

DICHIARAZIONE FEDERICO VALETTI LA STAMPA 04-09-2015

DICHIARAZIONE
FEDERICO VALETTI SU "LA STAMPA"
Articolo del 04-09-2015


Che cosa il M5S pensa delle ciclabili sulle ferrovie non è un mistero. All'ennesima provocazione quindi non potevamo che rispondere così.
Entro settembre il tavolo con i sindaci tra Regione Piemonte e i sindaci del territorio che io ho proposto per il potenziamento della linea. Chi ha fatto qualcosa negli ultimi anni per la nostra ferrovia parli, gli altri tacciano.



FEDERICO VALETTI - Consigliere Regione Piemonte M5S
Vice Presidente Commissione Trasporti










 
Di seguito la trascrizione dell'articolo per una migliore lettura: 

Se quella dell'assessore all'Urbanistica di Pinerolo, Franco Magnano, voleva essere una provocazione per aprire un dibattito, ha colto nel segno. La sua proposta di trasformare in pista ciclabile la linea ferroviaria che portava a Torre Pellice, oggi non usata e invasa dalle erbacce, ha provocato subito una vivace reazione.

Boutade balneare
- L'idea di trasformare la Pinerolo-Torre Pellice in percorso per bici è la solita provocazione “balneare”, d'estate infatti saltano fuori le proposte più assurde . Dice Federico Valetti, consigliere regionale M5S e vice presidente della Commissione Trasporti – il dibattito va ricondotto su binari realistici. Tra qualche giorno, infatti, sarà convocato il tavolo sulla linea ferroviaria Torino-Pinerolo-Torre Pellice, promosso dal Movimento 5 Stelle e condiviso dall'assessore ai Trasporti Balocco. Trattandosi di una nuova fase propositiva, sarebbe importante la collaborazione di tutte le amministrazioni comunali mettendo da parte campanilismi e sparate propagandistiche.-

E poi, avvicinandosi alla seconda proposta dell'assessore, che in corso Torino ipotizza un sottopasso al posto del passaggio a livello, aggiunge: - Le provocazioni tuttavia possono servire, noi ad esempio “sogniamo” questo sottopasso per ricucire la viabilità della zona. Un'opera di modesta entità, rispetto alle possibilità di una società grande come Rfi, ma fondamentale per risolvere la contrapposizione sul treno tra pinerolesi e valligiani. Questa sarà una delle nostre richieste, insieme al raddoppio parziale della linea. Temi che affronteremo in occasione dell'imminente tavolo regionale -.

Riprende quindi vigore il dibattito sulla ferrovia, anche perché c'è un progetto di doppio binario dalla stazione di Pinerolo a quella Olimpica, dove scendono gli studenti, realizzabile con 4 milioni. Poi ne esiste un secondo di raddoppio sino ad Airasca, costo previsto 90 milioni.