martedì 3 novembre 2015

COMUNICATO UFFICIALE N.14 - Resoconto consiglio comunale del 26/10/2015

COMUNICATO UFFICIALE N.14
RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/10/2015

APPLICAZIONE “DECORO URBANO”, IL COMUNE DI TORRE PELLICE DICE “NO”!



Tutta la maggioranza, anche chi in precedenza durante la commissione urbanistica si era mostrato pienamente a favore, ha deciso di votare contro la nostra mozione sull'adozione dello strumento open source "Decoro Urbano". Questo strumento partecipativo avrebbe consentito ai cittadini di inviare segnalazioni su situazioni di degrado, con tanto di fotografia, attraverso il proprio computer o lo smartphone. Decoro urbano è uno strumento di comunicazione diretta tra l'Amministrazione e il cittadino, assolutamente gratuito, e che avrebbe reso le segnalazioni più semplici e veloci: http://www.decorourbano.org/
A differenza dei classici strumenti di comunicazione unidirezionali, come il modulo contatti presente sul sito web comunale http://www.comune.torrepellice.to.it/servizi/, Il progetto "Decoro Urbano" avrebbe offerto uno strumento web 2.0, aprendo così un canale di comunicazione interattivo volto a stimolare il coinvolgimento e la partecipazione del cittadino sui problemi del proprio territorio. Con l'adozione di questo strumento, gli amministratori avrebbero inoltre comunicato al cittadino un chiaro segnale di ascolto rispetto alle problematiche portate. Tale strumento avrebbe infine facilitato il lavoro degli stessi amministratori evitando di gestire i duplicati delle segnalazioni sullo stesso problema.
Evidentemente tra le priorità di chi amministra il nostro Comune non c'è quella di instaurare un dialogo con la cittadinanza e di trovare soluzioni efficienti per la gestone del proprio territorio.
Il motivo di questo voto contrario? “Rispondere a tutti i cittadini richiede troppo impegno!”


CONTRATTO DI LOCAZIONE PER L'INSTALLAZIONE DI UNA “STAZIONE RADIO BASE PER LA RETE DI TELEFONIA MOBILE”

Da anni il Comune riceve un canone di locazione per affittare una porzione della torre del municipio a società del settore "telecomunicazioni" per l'installazione di una una stazione radio base per la rete di telefonia mobile. Nel mese di agosto, e nonostante ci fosse un contratto ancora attivo fino al 2019, la giunta ha ritenuto giusto accettare la richiesta del conduttore di riduzione del canone annuo da 14.000€ a 8400€. E' stato così, di comune accordo, chiuso il vecchio contratto e ne è stato aperto un altro a condizioni meno vantaggiose (riduzione del canone di affitto del 40%) e vincolante per 18 anni.
Abbiamo presentato un'interrogazione per chiedere delucidazioni al Sindaco e alla giunta sul perché di questa scelta, sapete qual è stata la risposta? Eccola..."Il Comune non perde 14.000€, ma ne guadagna 8400€ perché se non avessimo accettato, il conduttore avrebbe ricollocato l'impianto da un' altra parte".
La cosa è un po' singolare visto che spesso in Consiglio Comunale le nostre proposte vengono bocciate con la scusa che non ci sono soldi!


COMODATO D'USO GRATUITO ALL'ASSOCIAZIONE “Il Riuso – Diamo una seconda vita alle cose” DELLA SALA POLIVALENTE

L'Amministrazione di Torre Pellice ha concesso in comodato gratuito (per 15 anni) alla nascente associazione "Il Riuso-Diamo una seconda vita alle cose" il locale di proprietà comunale (sala polivalente) in via Pellice 12. In oltre si è data disponibile a farsi carico delle spese condominiali del locale (1500 € all'anno) per tutta la durata del comodato.
Come in più occasioni sostenuto e anche recentemente ricordato dal Consigliere di maggioranza Paolo Giordano in una recente intervista a RBE, il MoVimento 5 Stelle è assolutamente a favore della presenza sul territorio comunale di un Centro del RIUSO, riconoscendone pienamente l'utilità ai fini di una migliore gestione dei rifiuti in un'ottica di riduzione degli stessi.
Nonostante questo, e in considerazione di tutti i dubbi espressi in fase di discussione (primo su tutti la non completa agibilità del locale), abbiamo ritenuto opportuno non esprimerci in modo favorevole sulla concessione del comodato d'uso.
Proprio perché riteniamo il “Centro del Riuso” un'occasione importante da valutare nel modo più partecipativo possibile, ad es. in una commissione ambiente o in una commissione speciale sul progetto, la nostra proposta era di partire in primis dall'adozione di un regolamento specifico per la gestione del Centro.

Dichiarazione del Consigliere Emidio Torrelli:

In Consiglio Comunale, ho votato contro, non perché sono contrario al Riuso, attività molto apprezzata nella nostra cittadinanza, ma perché non reputo giusto questo ulteriore "aiuto" finanziario. Se questa Associazione ha la possibilità di pagarsi le spese per rendere il locale a norma (9000 € circa) credo che abbia anche la possibilità di pagarsi le spese condominiali (poco più di 100€ al mese), secondo me questo "aiuto" dato per tutto il comodato diventa un "sussidio" .


PULIZIA CASSONETTI RACCOLTA RIFIUTI

Premesso che domandare è lecito e rispondere è cortesia, il Consiglio Comunale dovrebbe essere quel momento in cui la maggioranza, l'opposizione ed i cittadini si incontrano e pertanto ogni nostra domanda è posta al fine di avere una risposta non solo per noi, ma per tutta la cittadinanza presente ed assente. Sappiamo bene che certe risposte le potremmo anche ottenere da soli, ma riteniamo che l'amministrazione abbia il dovere di renderle pubbliche anche a chi da solo non è in grado di reperirle.

Prendiamo quindi atto delle risposte che ci ha fornito l'Assessore Borgarello e le riportiamo in sintesi di seguito:

Cassonetto vicino Piazza Muston
- La convenzione con il Consorzio Acea prevede il periodico lavaggio e sterilizzazione dei cassonetti in ragione di 1, 2 o 4 volte l'anno a seconda del tipo di cassonetto.
- Con comunicazione del 9 ottobre 2015 Acea Ambiente ha informato l'Amministrazione del Comune di Torre Pellice i seguenti cicli di lavaggio/sterilizzazione: 26.07.2015 cassonetti SFALCI (1° ciclo), 07.08.2015 cassonetti ORGANICI (3° ciclo), 29.08.2015 cassonetti SFALCI (2° ciclo), 07.09.2015 cassonetti INDIFFERENZIATO (3° ciclo), 07.09.2015 cassonetti INDIFFERENZIATO POS (1° ciclo), 01.10.2015 cassonetti INDIFFERENZIATO (4° ciclo).


Riteniamo che la risposta non sia del tutto esauriente, ma riteniamo che siano i cittadini a valutare se quanto affermato è riscontrabile e se soprattutto li lascia pienamente soddisfatti. Da parte nostra procederemo sicuramente ad una richiesta d'atti per avere il “Piano tecnico finanziario” approvato dall'Assemblea del Consorzio nella seduta del 22/12/2014, deliberazione n. 13, e comunicato al Comune di Torre Pellice con lettera prot. n. 1853 in data 18/02/2015 in modo da verificare ad esempio qual è la periodicità del lavaggio e sterilizzazione del cassonetti per il vetro che risultano spesso essere tra i più sporchi (vedi foto scattata ad agosto di quest'anno).


ECOCOMPATTATORI

La mozione “Installazione di eco-compattatori sul territorio comunale” nasce con l'intento di fornire soluzioni concrete per il miglioramento della raccolta differenziata sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. Una corretta differenziazione consente infatti al Comune di ricevere i Contributi Ambientali CONAI http://www.conai.org/imprese/contributo-ambientale andando quindi a ridurre le tasse di gestione e smaltimento dei nostri rifiuti.
Gli eco-compattatori consentono una facile ed automatica selezione del materiale conferito, evitando che materiale non appropriato vada ad inficiare la restante raccolta. A differenza degli attuali cassonetti, compattano il materiale depositato, riducendo così lo spazio necessario per la raccolta. Con un sistema di incentivi che consiste nell'emissione di buoni da utilizzare nei negozi convenzionati renderebbe molto più semplice ed efficace la sensibilizzazione del cittadino.

Perchè allora la maggioranza ha votato contro la nostra mozione?

L'assessore Borgarello ci ricorda che insieme ai 47 Comuni del Pinerolese siamo consorziati all'ACEA e che pertanto dobbiamo sottostare ad alcuni vincoli e che in questo contesto ogni decisione relativa alle modalità di gestione del ciclo dei rifiuti deve essere adottata dalla maggioranza dei comuni nelle sedi opportune. A quanto pare non siamo così liberi, o forse non è così opportuno che si installino eco-compattatori sul nostro territorio, dal momento che l'ACEA avrebbe forse un'escusiva sui nostri rifiuti.

Abbiamo per il momento accettato di sospendere la mozione in modo da dare all'Assessore Borgarello la possibilità di riproporre la nostra idea all'ACEA in occasione dei tavoli di lavoro della sperimentazione cui il Comune di Torre Pellice ha aderito.

Qualora non dovessimo ricevere dall'ACEA dei riscontri positivi certamente riproporremo la nostra mozione.


RICHIESTA DI REVOCA DELLA DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 27/09/2015 SU PROPOSTA DI VARIANTE DEL P.R.G.C.

Con questa mozione abbiamo evidenziato come prima del Consiglio del 27/07/2015 non siano state rese pubbliche, nè inviate con gli atti del Consiglio, le osservazioni degli Enti partecipanti al procedimento urbanistico (Regione, Città Metropolitana, ASL, ARPA, ecc..) e come non ci siano stati momenti di discussione o di dibattito pubblico, così come previsto dal comma 2 dell'art.1bis della legge 56/77:

“I processi di formazione degli strumenti di pianificazione sono pubblici; l'ente che li promuove garantisce l'informazione, la conoscenza dei processi e dei procedimenti e la partecipazione dei cittadini agli stessi, assicurando altresì la concreta partecipazione degli enti, dei portatori d'interesse diffuso e dei cittadini, singoli o associati, attraverso specifici momenti di confronto.”

Ritenendo che la mancanza di informazioni e di trasparenza avrebbe potuto costituire un vizio procedurale in grado di invalidare l'intero procedimento, abbiamo chiesto la revoca della deliberazione avvenuta nel precedente Consiglio Comunale.

Nello spazio del dibattito non abbiamo riscontrato la ben minima volontà di confrontarsi sulla nostra proposta dal momento che la votazione è sempre chiara ed è sempre la stessa!


MoVimento 5 Stelle Valpellice