giovedì 26 novembre 2015

COMUNICATO UFFICIALE N.15 - Resoconto consiglio comunale del 16/11/2015

COMUNICATO UFFICIALE N.15
RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE DEL 16/11/2015

PREMESSA


Il Movimento 5 Stelle è spesso accusato di dire sempre di NO! Nell'ultimo Consiglio Comunale a Torre Pellice, tra gli 8 punti all'ordine del giorno, c'erano 3 nostre proposte e 3 della maggioranza.
Noi abbiamo votato FAVOREVOLMENTE tutte le loro proposte mentre abbiamo ricevuto un NO all'unanimità di tutta la maggioranza alle nostre. Questa cosa ormai avviene in modo sistematico, quindi chi sono quelli che dicono sempre NO?




DIMISSIONI DELLA NOSTRA CONSIGLIERA MANUELA RIVOIRA

Ad inizio del Consiglio Comunale sono state formalizzate le dimissioni della Consigliera M5S Manuela Rivoira. Il Movimento 5 Stelle Valpellice continuerà ad essere rappresentato nel Comune di Torre Pellice dai consiglieri Rosanna Vecchietti, Michele Benedetto ed Emidio Torrelli.


GESTIONE ASSOCIATA DEI SERVIZI SOCIALI

Nel consiglio comunale del 30/04/2015, avevamo già votato favorevolmente la convenzione che prevedeva il trasferimento dei servizi sociali dalla Comunità Montana del Pinerolese al Consorzio dei Servizi Sociali di Pinerolo (C.I.S.S.). Questa nuova proposta di deliberazione prevedeva l'approvazione del piano di riparto della dotazione organica e delle dotazioni strumentali. Abbiamo quindi chiesto garanzie sul mantenimento dei posti di lavoro ed in particolare modo sull'impiego di un autista. In considerazione del fatto che il Sindaco ci ha risposto che: “c'è stato un accordo sindacale sul personale e che sull'autista il C.I.S.S. ha trovato una sua collocazione nell'organizzazione”, abbiamo riconfermato il nostro voto favorevole.


MOZIONE: DECORO URBANO E RISPETTO AMBIENTALE (Raccolta differenziata)

Nella nostra Mozione, chiedevamo l'impegno del Sindaco e della Giunta a valutare la possibilità di sostituire gli attuali cestini urbani con idonei cestini per la raccolta differenziata. Chiedevamo inoltre l'installazione di portacenere per i mozziconi di sigaretta (rifiuto particolarmente inquinante) e per la raccolta delle gomme da masticare. In ultimo, e come spesso segnalatoci dai cittadini che lamentano lo scarso senso civico di alcuni concittadini, appositi contenitori dove riporre le deiezioni canine. Il Sindaco ha subito messo le mani avanti dicendo che non era possibile prendere un impegno in tal senso perché poi li avrebbe obbligati a mantenerlo. Abbiamo quindi chiesto di considerare la possibilità di utilizzare una parte dei 35.000€, da loro destinati per l'acquisto di 40 panchine e 40 fioriere, per l'acquisto di qualche cestino stradale per la raccolta differenziata da installare almeno nelle zone centrali di maggior frequentazione. Per quanto riguarda i contenitori per le deiezioni canine ci è stato risposto che ce ne sono già 3 e quindi non è previsto un incremento. Ovviamente a noi sembrano un po' pochi 3 contenitori di questo tipo per tutto il territorio comunale.
L'Assessore all'ambiente Borgarello ha poi voluto precisare come certe richieste andrebbero fatte durante la commissione specifica e valutate insieme. Siamo assolutamente d'accordo e lo faremmo volentieri se le commissioni fossero veramente utili a tale scopo e se la maggioranza ci mettesse al corrente preventivamente sulle loro scelte, ad esempio su come destinare certe somme di denaro. In questo modo avremmo la possibilità di discutere nel merito e proporre soluzioni alternative e non limitarci a votare in consiglio comunale una scelta già fatta in giunta come ad esempio successo con la questione del “Riuso”.


MOZIONE: ASSEGNAZIONE DEL SERVIZIO PER L'ASSISTENZA FARMACEUTICA AI CITTADINI INDIGENTI

Nella mozione presentata dal nostro consigliere Emidio Torrelli, si chiedeva di concedere per gli anni 2016, 2017, 2018 e 2019, la gestione del servizio alla sola farmacia Antica Muston. Questa richiesta veniva dal fatto che, avendo il Comune assegnato unicamente alla farmacia Imberti la possibilità di fornire i farmaci ai cittadini indigenti fino al 2014, nel tempo si era creata una non giusta disparità. A seguito dell'interrogazione presentata in data 18/09/2014 l'Amministrazione, resasi conto dell'errore commesso, aveva deciso a partire dal 2015 di lasciare libertà ai cittadini di decidere in quale farmacia andare. L'abitudine, ormai consolidata nel tempo, fa si che la maggior parte delle persone continui ad andare alla farmacia Imberti alla quale nei primi 3 trimestri di quest'anno è stata rimborsata il 92% della somma totale.
La mozione è stata bocciata dopo che il vice Sindaco ed Assessore alle Politiche Sociali Tagliero ha letto una breve dichiarazione in cui sosteneva che ogni cittadino deve avere la libertà di scegliere in quale farmacia andare e che, essendo il servizio concesso a persone già a disagio, non è giusto gravarle di ulteriori vincoli e che quindi obbligarle ad andare per 4 anni presso un solo esercizio farmaceutico sarebbe una violazione dei loro diritti.
Peccato che, l'interrogazione prima e la mozione dopo, sono state presentate proprio perché fino al 2014 l'Amministrazione aveva sempre obbligato questi cittadini a servirsi unicamente della farmacia Imberti.


EMENDAMENTO: VERBALIZZAZIONE DEI CONSIGLI COMUNALI

In questo anno e mezzo di legislatura, diversi consigli comunali aventi ordini del giorno particolarmente ricchi, sono stati oggetto di lunghissime discussioni. Ci siamo però accorti come i verbali relativi alle sedute venissero redatti in modo decisamente sintetico e che soprattutto molti nostri interventi, che giustificavano le nostre scelte di voto, non erano minimamente citati.
In questo emendamento chiedevamo quindi che venisse adottato lo strumento della registrazione (anche solo audio) ad integrazione del verbale. In questo modo si sarebbe potuta evitare la trascrizione da parte del segretario comunale di ogni singolo intervento, si sarebbe dato un segnale di totale trasparenza sulla conduzione/svolgimento delle sedute permettendo anche i cittadini non presenti di richiedere al Comune una copia della registrazione.
Il Sindaco ha sottolineato come fino ad oggi i consigli comunali a Torre Pellice si siano sempre svolti anche senza che venissero registrati, che non siamo alla Camera dei deputati, che ci sono altre priorità e che questo metodo comporterebbe dei costi non sostenibili.
A queste affermazioni rispondiamo facendo notare che fino ad oggi non c'era mai stata un' opposizione come la nostra che facesse notare certi problemi e che la trasparenza e l'agevolazione del funzionamento di un organo istituzionale è importante a qualsiasi livello, soprattutto in un comune come il nostro dove le risorse umane sono minori.
Per quanto riguarda il costo delle registrazioni, facciamo notare che oggi giorno non è più necessario registrare audio e video su bobina perché ci vengono incontro le nuove tecnologie digitali. E' sufficiente un apparecchio come uno smartphone, un buon microfono e un applicativo “gratuito” per registrare ad esempio un file audio di qualità. Allo stesso modo risulta molto semplice l'archiviazione, che non necessità di uno spazio fisico in cui immagazzinare le registrazioni, ma semplicemente uno spazio virtuale sul disco fisso (Hard Disk) di un computer.
Anche nel caso in cui il Comune avesse dovuto impegnare un cifra in denaro per l'acquisto delle apparecchiature necessarie, si sarebbe trattato di qualche centinaia di euro. La dichiarazione del Sindaco sulla non sostenibilità del costo ci lascia un po' perplessi perché contrasta con altre sue affermazioni precedenti. Ad esempio quando abbiamo fatto notare in diverse occasioni la gestione, a nostro modo di vedere non consona, di altre risorse economiche ci è stato risposto che “su un bilancio comunale di 10 milioni di euro non ha senso attaccarsi a qualche migliaio di euro.” Quindi dobbiamo pensare che 100 a volte vale più di 1000, ma 1000 spesso vale meno di 100?


PROPOSTA DELIBERA: DIRITTI UMANI IN IRAN

Il rapporto 2014/2015 di Amnesty International evidenzia come nel mondo, sull'analisi di 160 paesi, ben 131 non rispettino i diritti fondamentali dell'uomo, tra crimini di guerra, maltrattamenti e torture, processi iniqui e sommari e altri abusi.
La proposta di delibera presentata, e illustrata dall'Assessore Allisio, fa riferimento al caso specifico dell'IRAN. In questo paese da oltre 3 decenni si violano i diritti umani tra esecuzioni pubbliche e discriminazioni verso le donne e le minoranza etniche e religiose.
Come Gruppo del Movimento 5 Stelle, essendo sensibili verso questi temi, abbiamo ovviamente votato a favore. Abbiamo però fatto notare come nel mondo ci siano tantissimi altri casi simili, se non più gravi dell'Iran e che, come nel caso della Nigeria e dell'Eritrea, siano meno appetibili dai media. Abbiamo in oltre sottolineato come sia impossibile, quando si parla di diritti umani, non considerare il mercato delle armi. L'Italia che tra le nazioni è spesso la prima per intenzioni a voler imporre la pace nel mondo, è purtroppo anche tra le prime ad armarlo alla guerra esportando miliardi di euro di armamenti. Questa cosa va in netto contrasto con la legge 185 sul commercio delle armi all'estero e con l'articolo 11 della costituzione italiana: “L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli”.
Nostra proposta di delibera depositata in consiglio comunale: “DIRITTI UMANI NEL MONDO


MoVimento 5 Stelle Valpellice