domenica 20 novembre 2016

LETTERA AI CITTADINI - Pulizia delle aree mercatali e utilizzo dei cestini portarifiuti

PULIZIA DELLE AREE MERCATALI E UTILIZZO DEI CESTINI PORTARIFIUTI
LETTERA AI CITTADINI


Quanti cittadini sono al corrente dell'esistenza di un Regolamento Comunale specifico che tra le altre cose disciplina la pulizia delle aree mercatali e l'utilizzo dei cestini stradali porta-rifiuti?

L'attuale “Regolamento per la gestione dei rifiuti urbani” è entrato in vigore con Delibera del Consiglio Comunale n.33 del 05/08/2013. L'articolo 61 del suddetto Regolamento prevede che, in caso di violazione nella gestione dei rifiuti, siano previste delle specifiche sanzioni amministrative. Con Delibera del Consiglio Comunale n.10 del 30/04/2015, si è provveduto alla modifica del comma 3 dell'articolo con l'integrazione della Tabella “Sanzioni”.


PULIZIA DELLE AREE MERCATALI (Articolo 53)

“I concessionari ed occupanti di posti di vendita nei mercati all’ingrosso e al dettaglio, coperti o scoperti, di qualsiasi area pubblica o di uso pubblico, debbono mantenere pulito il suolo relativo ai rispettivi posteggi e ad esso circostante, raccogliendo i rifiuti di qualsiasi tipo provenienti dalla propria attività o in appositi contenitori gestiti dal servizio di raccolta, oppure lasciandoli accumulati in maniera differenziata sul loro parcheggio con particolare osservanza delle prescrizioni relative alla raccolta differenziata ed al tipo di servizio erogato.”

L'articolo specifica in modo chiaro che l'area occupata, ma anche quella immediatamente adiacente, deve essere lasciata pulita. Dal momento che il Comune non mette a disposizione appositi contenitori per la raccolta differenziata durante le giornate di mercato, eventuali rifiuti prodotti dall'attività commerciale devono essere lasciati accumulati all'interno dello spazio occupato e opportunamente differenziati. Capita
spesso invece di vedere vie e piazze disseminate di rifiuti nell'immediatezza della conclusione di un mercato.

Come gruppo di minoranza in Consiglio Comunale, avevamo presentato una mozione (Decoro urbano e rispetto ambientale) per richiedere l'installazione di alcuni cestini stradali per la raccolta differenziata dei rifiuti. Purtroppo la nostra mozione è stata BOCCIATA da tutta la maggioranza e nonostante il Comune abbia poi speso la bellezza di oltre 30.000€ in arredamento urbano (panchine, fioriere, cestini, etc...) ha completamente ignorato la cosa. Come vedremo nel successivo articolo (56), è assolutamente vietato introdurre nei cestini stradali porta-rifiuti materiali differenziabili.

La sanzione prevista per chi lascia sporca l'area occupata per la sua attività durante il mercato è pari ad euro 100 (Obbligo di pulizia dell’area del mercato).


UTILIZZO DEI CESTINI PORTARIFIUTI (Articolo 56)

“Gli utenti devono utilizzare gli appositi cestini porta-rifiuti per il conferimento dei rifiuti non differenziabili prodotti per strada. E’ vietato utilizzare i cestini porta-rifiuti per conferire frazioni di rifiuti differenziabili o rifiuti voluminosi.”

Questo articolo ci dice due cose importanti. In primis che non è consentito introdurre nei cestini stradali porta-rifiuti sacchetti contenenti rifiuti domestici (voluminosi) che ovviamente vanno gettati negli specifici cassonetti presenti nei vari eco-punti dislocati sul territorio. La seconda cosa, anch'essa molto importante, è che non si possono gettare rifiuti differenziabili. Quindi eventuali lattine, bottiglie di plastica o vetro, carte e cartone, etc..., devono essere smaltiti negli appositi cassonetti per la raccolta differenziata. Purtroppo queste due peculiarità non vengono rispettate ed in questi cestini finisce di tutto.

Proprio per evitare questi comportamenti poco virtuosi, avevamo presentato in Consiglio Comunale un' altra mozione (Installazione eco-compattatori sul territorio comunale) in cui chiedevamo l'installazione sul territorio comunale di eco-compattatori (in mancanza di appositi cestini stradali per la raccolta differenziata). Questi sono dei contenitori per la raccolta differenziata di lattine e bottiglie di plastica (ne esistono anche per il vetro) che, agendo attraverso un meccanismo premiante (rilascio di buoni spesa, etc...),
incentivano i cittadini al loro utilizzo e quindi ad una miglior raccolta differenziata. In questo caso la mozione non è stata bocciata, ma ci è stato chiesto di SOSPENDERLA con l'impegno, da parte dell'Assessore all'Ambiente, di porre la questione all'ACEA (che detiene l'esclusiva sulla gestione dei rifiuti del Consorzio di cui fa parte anche Torre Pellice). Nonostante sia passato più di un anno e mezzo ancora non abbiamo avuto alcuna risposta.

La sanzione prevista per chi introduce rifiuti voluminosi nei cestini stradali porta-rifiuti è pari ad euro 50 (Divieto di conferimento di rifiuti voluminosi nei cestini porta-rifiuti ).


Le regole ci sono ed anche le sanzioni per chi non le rispetta!


MoVimento 5 Stelle Valpellice