venerdì 31 marzo 2017

COMUNICATO UFFICIALE N. 39 - Consiglio Comunale del 27/03/2017

COMUNICATO UFFICIALE N.39
CONSIGLIO COMUNALE DEL 27/03/2017

RESOCONTO DELLA SEDUTA

All'ordine del giorno del Consiglio Comunale di lunedì 27 marzo, tenutosi alle ore 20.30 a Torre Pellice, erano previsti ben 15 punti, tra i quali: modifica al regolamento per l'applicazione dell'Imposta Unica Comunale (I.U.C.), approvazione Piano Finanziario Tari 2017 (PEF), approvazione Documento Unico di Programmazione (DUP) anni 2017-2018-2019, approvazione bilancio di previsione 2017-2018-2019.


MODIFICA AL REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.)

La modifica al suddetto regolamento, prevedeva l'integrazione di due nuovi commi: il comma 7 all'articolo 64 e il comma 5 all'articolo 65.

Comma 7 - articolo 64: Gli immobili posseduti esclusivamente da utenti il Servizio Rifiuti regolarmente iscritti a ruolo rifiuti, che non si trovino nelle condizioni di essere esclusi dal pagamento della Tassa poiché, sebbene inutilizzati e privi di utenze, non sono vuoti, oppure vuoti o inutilizzati ma con utenze attive, sono assoggettati al pagamento del tributo limitatamente alla parte fissa della Tariffa.

Comma 5 - articolo 65:
I costi riferiti ai servizi dedicati saranno addebitati direttamente alle utenze non domestiche che ne avranno esplicitamente fatto richiesta e conseguentemente detratti dai costi variabili delle utenze non domestiche in sede di determinazione delle tariffe.


ROSANNA VECCHIETTI:
"Leggendo le due integrazioni al regolamento proposte dal responsabile dell’Ufficio Tributi, abbiamo riscontrato delle difficoltà nella comprensione della prima parte del testo del punto 7. E’ possibile che l’espressione “il Servizio Rifiuti” sia stata dimenticata nel testo e che vada perciò rimossa.Venendo ai contenuti del punto 7, se siamo d’accordo con la prima affermazione - quella cioè che stabilisce di escludere dal pagamento della quota variabile i proprietari di immobili inutilizzati che, sebbene non siano vuoti, siano privi di utenze - non siamo invece d’accordo con la seconda parte della frase, ovvero con l’espressione che cita “oppure vuoti o inutilizzati ma con utenze attive”. Chiederemmo quindi di togliere questa parte dal punto 7. Chi controllerebbe che quegli immobili, dichiarati inutilizzati in quanto senza mobili, continuino di fatto a rimanere tali?"

Dopo alcuni minuti di discussione ed una iniziale buona predisposizione ad accettare la nostra modifica, alcuni malumori provenienti dalla maggioranza hanno indotto il Sindaco a chiedere una sospensione di alcuni minuti. Al rientro nella sala consiliare, la maggioranza si è irrigidita sulle sue posizioni rigettando la nostra richiesta di modifica motivata da un intervento del Consigliere Giordano che ci accusava di voler fare solo ostruzionismo politico. Tale affermazione veniva prontamente rispedita al mittente dal nostro Consigliere William G. Agnusdei che sottolineava come il buon senso non c'entra nulla con le prese di posizione politiche.

ROSANNA VECCHIETTI: "In assenza di un adeguato sistema di controllo, non possiamo approvare una norma che di fatto faciliti il possibile abuso della stessa. Per quel che riguarda il punto 5, siamo invece d’accordo e a votare quindi a favore della proposta d’integrazione all’art. 65."

Allegato: DICHIARAZIONE/ EMENDAMENTO – punto 4 dell'Odg "Modifica al REGOLAMENTO PER L’APPLICAZIONE DELLA I.U.C."



APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO TARI (PEF) 2017

Il PEF (Piano Finanziario Tari) è un documento nel quale l'Amministrazione Comunale ogni anno si pone tutta una serie di obiettivi finalizzati soprattutto alla riduzione dei rifiuti, all'aumento della percentuale di raccolta differenziata e alla diminuzione del costo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

WILLIAM G. AGNUSDEI: "Come successo anche negli anni precedenti, abbiamo analizzato accuratamente il Piano Finanziario riscontrando molte criticità ad iniziare da evidenti errori di scrittura dovuti al copia incolla dei precedenti documenti. Tra tutti il più evidente, già riscontrato nel PEF 2015 e 2016 e mai corretto, è l'aver indicato in Kg il quantitativo di rifiuti (differenziati e indifferenziati) prodotti nel corso dell'intero anno anziché in Tonnellate. Errore talmente macroscopico che chiunque della maggioranza si sarebbe dovuto accorgere!
Sono anni che la maggioranza si pone più o meno sempre gli stessi obiettivi, che però ogni volta vengono puntualmente disattesi. La RSU (rifiuti indifferenziati) invece di diminuire continua a salire. Dal 2012 ad oggi è salita di 5,5 punti percentuali e nel 2016 si è attestata al 49,94%. Nonostante nel PEF venga esplicitamente detto che per aumentare la percentuale di Raccolta Differenziata è indispensabile avviare campagne di sensibilizzazione rivolte a tutti i cittadini, queste non sono mai state fatte! Tra gli obiettivi vi è anche quello della riduzione del costo del servizio, che però va di pari passo con il miglioramento della Raccolta differenziata. Essendo in calo la RD, scesa al 50,06% (nel 2014 era al 54,5%), il costo del servizio continua ad aumentare dal momento che per il prodotto indifferenziato si devono sostenere costi sempre maggiori nel servizio di trasporto e smaltimento in discarica. Il costo del servizio è così aumentato del 14%, passando da 692.000€ nel 2013 a 790.000 nel 2017.

Allegato: DICHIARAZIONE – punto 8 dell'Odg "Approvazione del PIANO FINANZIARIO relativo al servizio rifiuti per la determinazione delle tariffe TARI 2017"

ROSANNA VECCHIETTI:
"Non possiamo nascondere la nostra delusione per quanto finora non è ancora stato fatto sui rifiuti, malgrado le nostre continue sollecitazioni ad incontrarci per iniziare a confrontarci sul tema. Risale al 1/07/2015 l’incontro di commissione in cui si era stabilito di aderire al progetto sperimentale ACEA, poi approvato nel consiglio del 27/07/2015. Il progetto prevedeva la costituzione di un tavolo di coordinamento e di un gruppo di cittadini volontari per il perseguimento delle seguenti azioni specifiche: sensibilizzazione delle utenze non domestiche; controllo delle utenze domestiche che praticano il compostaggio domestico; monitoraggio/controllo degli eco-punti sul territorio. A distanza di quasi 2 anni dalla delibera (alla quale avevamo votato a favore con molto piacere), nulla si è mosso. Siamo ancora in attesa di un incontro per iniziare a confrontarci sul tema, ragione questa per la quale il nostro voto non potrà essere che CONTRARIO.
E intanto la RD a Torre Pellice continua a peggiorare ed i rifiuti ad aumentare... Anche la tariffa ai cittadini è in continuo aumento, e sarà ancora destinata a crescere dal momento che sono previste sanzioni sempre più severe in base a quelle che sono le normative Europee, Nazionali e ora anche Regionali.
Alla luce di quanto sopra esposto, riteniamo non siano plausibili scuse come quella di non contar nulla a livello di Consorzio in quanto comune con ridotto numero abitanti, oppure quella di essere costretti a prendere le decisioni in modo collegiale con tutti i Comuni del Consorzio per poter sperimentare nuovi sistemi di gestione di raccolta dei rifiuti come la porta a porta o la tariffazione puntuale. Non abbiamo altro tempo da perdere, non possiamo rischiare di far pagare ai cittadini anche il costo delle sanzioni che arriveranno se non si agirà in fretta!"

Allegato: DICHIARAZIONE DI VOTO – punto 8 dell'Odg "Approvazione del PIANO FINANZIARIO relativo al servizio rifiuti per la determinazione delle tariffe TARI 2017"


APPROVAZIONE DUP E BILANCIO DI PREVISIONE ANNI 2017 - 2018 - 2019

ROSANNA VECCHIETTI: "Ci spiace dover nuovamente riscontrare come il DUP sia considerato dall’Amministrazione di Torre Pellice un semplice adempimento burocratico. La redazione del Documento Unico di Programmazione (DUP) dovrebbe costituire un’occasione di riflessione, un momento in cui si riesamina il programma elettorale e si aggiornano le linee programmatiche in base alle esigenze e difficoltà incontrate nel tempo.
L’intento dovrebbe essere quello di rendere operativi gli obiettivi strategici, definendo le linee di azione necessarie per il perseguimento degli stessi.
E invece ci troviamo ancora una volta a constatare come la prima parte del DUP (SES) continui a riproporre il programma elettorale originario, senza aggiornamenti o modifica alcuna. La seconda parte del DUP (SEO) descrive anche quest’anno delle generiche finalità senza specificare quali siano le linee d’azione e gli obiettivi operativi che consentirebbero al programma di realizzarsi.
Manca dunque una reale connessione fra gli obiettivi strategici e quegli obiettivi operativi che sarebbero poi alla base del PEG e del Piano delle Performance.
Per quanto riguarda il Bilancio, da sempre chiediamo che sia condiviso con i cittadini.
Lo stesso TUEL prevede forme di coinvolgimento e partecipazione dei cittadini all’attività dell’Amministrazione comunale.
Ci troviamo invece purtroppo a constatare come noi stessi, consiglieri di minoranza, non siamo minimamente coinvolti sulla scelte di Bilancio.
Queste le ragioni per cui ci esprimeremo con voto CONTRARIO sia sul DUP che sul Bilancio."

Allegato: DICHIARAZIONE DI VOTO – punto 14 e 15 dell'Odg Approvazione del DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE e del BILANCIO DI PREVISIONE 2017-2018-2019

Movimento 5 Stelle Valpellice
Gruppo Consiliare di Torre Pellice