CITTADINI ELETTI E ATTIVISTI

CITTADINI ELETTI IN CONSIGLIO COMUNALE
A TORRE PELLICE


ROSANNA VECCHIETTI
Commissione Welfare - Commissione Ambiente

Ho 45 anni e sono di origini pugliesi. Ho vissuto per una 15ina d’anni a Faenza (dove ho alcuni parenti) dal momento che ho frequentato Università e Specializzazione a Bologna, poi ho conosciuto William ed è questa la ragione che mi ha portato in Piemonte.Cercando casa, c’è qualcosa che ci ha attratto di Torre Pellice, forse ci siamo sentiti a casa, ed è così che abbiamo deciso di stabilirci qui.Ci siamo poi accorti che Torre Pellice, oltre al magnifico territorio e paesaggio, è anche un luogo ricco di storia e di cultura. Forse questa cosa si avverte anche nelle relazioni con le persone che abbiamo subito sentite accoglienti. La relazione con William ed il trasferimento in Val Pellice hanno portato dei cambiamenti anche nella mia attività professionale. In un certo senso ho allargato i miei orizzonti lavorativi. Avevo aperto da un paio d’anni uno studio professionale a Faenza come Psicologa e Psicoterapeuta e collaborato con l’I.C. di Pieve di Cento per incontri di consulenza rivolti a genitori ed insegnanti (le lezioni del prof. Sergio Salvatore seguite nel Master in Psicologia Scolastica a Roma hanno segnato la mia attività professionale con un’impronta rivolta più all’analisi della domanda e all’utilizzo delle risorse esistenti che alla soddisfazioni diretta dei bisogni riportati. Da qui la scelta di lavorare più con gli adulti di riferimento che direttamente con i bambini ed i ragazzi). Dopo essermi trasferita a Torre Pellice, i continui confronti con William mi hanno stimolato a trovare nuovi ambiti di applicazione per la psicologia e quindi ora collaboro anche con lui per la definizione dell’identità e immagine delle aziende clienti.
E’ strano come il destino ci riservi delle soprese e come la vita di ciascuno di noi non debba mai considerarsi predefinita. Questo ci da la possibilità di credere ed impegnarci per un futuro migliore.
Spero che la visione condivisa dal M5S, questo progetto di sviluppo di una Comunità partecipante, trovi un rapido riscontro da parte dei Cittadini della Val Pellice e che insieme si possa divenire un modello da seguire per altri territori simili al nostro.


WILLIAM GIUSEPPE AGNUSDEI
Commissione Turismo, Tempo libero, Cultura, Sport

Ho 38 anni e vivo a Torre Pellice dal 2008. Dopo aver conseguito il diploma di Geometra e assolto il servizio di leva “obbligatorio”, dal 1999 lavoro come grafico e web designer, da prima come collaboratore esterno per società del settore e successivamente dal 2007 come libero professionista.
Originario della Val di Susa, dove sono nato ed ho vissuto per quasi 30 anni, sono un fermo sostenitore dell’inutilità di opere assai costose come ad esempio quelle per il TAV.
Sono tra i fondatori del gruppo Val Pellice 5 Stelle e non mi sono mai occupato di politica poiché nel panorama Nazionale non c’era nessuno, prima del Movimento, che avesse la mia stessa visione.
I miei settori d’ interesse sono il turismo, lo sport, la valorizzazione delle tipicità locali e dei prodotti a chilometro zero. Concludo dicendo che per me non è importante dove uno nasce, ma quello che fa nel posto in cui decide di vivere.



EMIDIO TORRELLI
Commissione Urbanistica, Lavori pubblici, Viabilità, Arredo urbano

Ho 55 anni sono nato a Grugliasco. Di professione faccio l’autista presso Autotrasporti Merlo di Bricherasio dal 1984. Nel 1985 mi sono trasferito a Luserna e dal 2007 sono a Torre Pellice. Mi sono avvicinato al movimento perché non voglio più delegare ma voglio partecipare.
Il mio ambito di interesse sono i rifiuti, per troppi anni si è trattato questo problema in maniera sbagliata e molte volte in modo criminale. Discariche e inceneritori ci stanno avvelenando l’aria e falde acquifere in maniera ormai preoccupante, bisogna cambiare strada e puntare decisamente a strategie di rifiuti zero. Per far questo bisogna sensibilizzare i cittadini con un programma di informazione e responsabilizzazione.


CRISTINA TOURN

54 anni, residente (con fatica) a Rorà, lavoro come operatrice socio assistenziale in una casa di riposo a Luserna San Giovanni, notav non mi sono mai occupata di politica essendo impegnata a crescere 4 figli. Per loro costretti a spostarsi o ad avvicinarsi alla città per studiare con notevoli difficoltà considerando i mezzi di trasporto a nostra disposizione (ci mettevano meno tempo i treni di 100 anni fa) ora non abbiamo nemmeno il treno, quasi costretti a prendere l’auto e di conseguenza ad andare incontro a più spese, più inquinamento più disagi. Per loro vittime degli sbagli di una politica corrotta che li costringe ad un lavoro precario senza possibilità di progettare minimamente il futuro, senza la possibilità di accedere ad un mutuo per avere una casa.
Per i miei genitori anziani “montanari” obbligati a curarsi a pagamento la maggior parte delle volte per non creare troppi disagi ai figli, gli ospedali, i nostri ospedali chiudono bisogna spostarsi a Rivoli, a Torino ed aspettare!!! Aspettare !!!
Per loro, per tutti loro e anche per noi, mi sono avvicinata mi sono riconosciuta nei principi fondamentali del movimento ed ho contribuito alla nascita del gruppo M5S Valpellice, e stato un aprire gli occhi ed avere la consapevolezza di non essere sola, di avere intorno a me persone che condividono le mie stesse idee.
Il domani è nostro, dei nostri figli bisogna credere che il cambiamento è possibile, partecipando e proponendo soluzioni, prendendo coscienza di cosa succede intorno a noi, informandoci, educando il rispetto per l’ambiente a tutti quelli che ci circondano per non devastare ulteriormente la nostra madre terra. BISOGNA CREDERCI.



GLI ATTIVISTI
MOVIMENTO 5 STELLE VALPELLICE



ANDREINA BAJ

Ho 68 anni, i miei genitori erano piemontesi, ma ho passato i primi 16 anni della mia vita a Bolzano e non ho mai smesso di amare il Sudtirolo e la montagna in generale. Ho passato tutta la mia vita lavorativa a Milano e dintorni, ho vissuto per molti anni nella "comune" valdese di Cinisello Balsamo, ho insegnato lettere alle "150 ore" e poi nella scuola media. Cerco di vivere in modo onesto e coerente, usando le mie competenze per aiutare il prossimo: da quando sono in pensione, infatti, insegno italiano agli stranieri a Luserna e in un doposcuola a Pinerolo. Sono stata iscritta al PCI negli anni di Berlinguer, ma dopo il congresso del 1991 non mi sono più tesserata, e solo con la comparsa del M5S mi è rinata un po' di speranza per il futuro dell'Italia. E’ stato mio figlio Martino (che da anni mi preoccupava col suo qualunquismo) che, improvvisamente risvegliato all’impegno dal M5S, mi ha fatta avvicinare al Movimento senza quei pregiudizi di cui ancora troppi italiani sono impregnati. Non so “fare politica”, ma penso che potrò dare un mio piccolo contributo laddove ce ne sarà bisogno.


MANLIO LEGGIERI

63 anni, taglia XL, nato a Brescia, vissuto a Modena, Milano, Cinisello Balsamo, Monza e da 8 anni a Luserna San Giovanni. 17 traslochi. Mi considero apolide, di razza umana, come la mia famiglia, moglie e due figli di 37 e 32 anni che, grazie a Dio, lavorano tutti e due nel sociale. Essendo nato nel 1952 e avendo vissuto a Milano, mi considero orgogliosamente un sessantottino DOC, con un passato di militanza nella sinistra parlamentare. Il caso, più che la vita, mi ha donato moltissime esperienze sia nella vita privata, che nel lavoro. Professionalmente ho lavorato in diverse aziende, sia come commerciale che come consulente in costi e controllo di gestione per 20 anni. Le esperienze lavorative mi hanno portato a convincermi fermamente che viviamo in un periodo di “economia della truffa” che lorsignori definiscono “economia di mercato”. Altrettanto fermamente e fortemente, credo nelle capacità di riscatto a partire dalle singole persone, coniugando la responsabilità individuale calvinista con il materialismo storico. Oggi sono credente ma non praticante perché, a mio parere, anche nelle organizzazioni religiose prevale l’arroganza e la smania di potere. Lotto come posso e come so per un mondo di uguali, in cui uno vale uno, in cui non ci siano “maiali più maiali di altri” e in cui in due si possa stare meglio che da soli. In tre, meglio ancora. Aiutandosi, in modo che nessuno debba stare indietro: da sempre sono impegnato nel volontariato, nei fatti, non a parole. Perché è così che possiamo lavorare assieme: interessandoci ciascuno alla vita degli altri e non solo alla nostra. Questo è il Movimento 5 Stelle per me: non chiacchiere ma azioni responsabili, il ritornare a parlare con gli altri senza aggressioni verbali ma con ragione e autorevolezza, lo scoperchiare il regime della truffa per ritornare a scoprire l’umanità di ciascuno e per ciascuno.


ENRICO AGLIOTTI

Descrizione non disponibile...